Il comparto dei salumi italiani ha avuto un incremento dei consumi, tra aprile e giugno 2018, che ha fatto segnare un +27% rispetto al 2017. Secondo IVSI (Istituto valorizzazione salumi italiani), i prodotti che hanno avuto l’incremento maggiore sono stati:

  • prosciutto crudo +47%;
  • salame +38%;
  • mortadella +24%;
  • prosciutto cotto +21%.

Al di là delle stagionalità, anche i dati evidenziati da Assica (Associazione industriali delle carni e dei salumi ) confermano il trend positivo del settore degli insaccati italiani: fatturato in crescita (7.977 mln di Euro nel 2017, +1,3% rispetto al 2016), trainato dall’export ma anche dalla ripartenza molto positiva del mercato interno. I salumi italiani stanno vivendo un buon periodo, soprattutto quelli con marchio DOP e IGP e alcune tipicità:

  • coppa piacentina Dop + 6,5%
  • salame piacentino Dop + 6,3%,
  • pancetta piacentina Dop +2,1%.

I principali brand/produttori stanno guardando sia al mercato interno ma anche all’export, con prodotti mirati in base alla meta di destinazione; un occhio di riguardo sul business che potranno generare le esportazioni in Cina e USA.

Vuoi anche tu vendere all’estero? Siamo specializzati nello sviluppare le vendite delle PMI italiane all’estero

dichiaro di aver letto e compreso l’informativa https://www.seles.biz/privacy/ e fornisco il consenso al trattamento dei miei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 – GDPR e altre normative vigenti

SELES: Società inserita nell’elenco fornitori di servizi del MISE

logo-ministero-sviluppo-economico

Codice identificativo ID: VF_107