L’export italiano di materie prime, semilavorati e prodotti finiti in acciaio ha superato nel 2018 i volumi raggiunti nell’anno precedente, nonostante la guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti abbia creato elevate tensioni nella filiera siderurgica mondiale. Secondo le elaborazioni dei dati Istat infatti, tra Gennaio e Dicembre del 2018 l’export italiano è cautamente aumentato dello 0,7%, raggiungendo nel periodo complessivo quota 18,7 milioni di tonnellate vendute.

Tre le categorie di prodotti che presentano i migliori risultati sono da segnalare i semilavorati con 1,4 milioni di tonnellate esportate in crescita del +12,5% e le vendite di tubi che aumentano del +4,3% e raggiungono quota 3,4 milioni di tonnellate. I principali paesi dove vengono venduti questi lavori di ghisa, ferro o acciaio sono Germania, Francia, Stati Uniti, Spagna, Polonia e Regno Unito. Questi mercati assorbono da soli più del 50% dei complessivi 16,5 miliardi di Euro esportati dall’Italia nel 2018.

Per quanto riguarda i dazi all’importazione americani, il dialogo fra Trump e la Commissione Europea è sfociato nel congelamento delle misure restrittive previste per l’acciaio, l’alluminio e i beni strumentali europei. Per i beni industriali ed i prodotti siderurgici l’area più di interesse negli Stati Uniti è la fascia che circonda i Grandi Laghi nel nord del paese, regioni come Ohio, Michigan, Illinois e a scendere gli stati del sud come Texas, Alabama, Georgia, California e Florida. Tenendo presente che là dove prodotti e processi richiesti sono ad alto valore aggiunto, lontani dalle logiche del basso prezzo, allora l’eccellenza e la flessibilità italiana conquista.

I Temporary Export Manager di SELES, che hanno accompagnato i nostri clienti agli appuntamenti con i buyer e i rappresentanti esteri al Made in Steel, hanno raccolto segnali positivi per il futuro del mercato siderurgico: chi è posizionato su alcune nicchie di mercato ed ha fidelizzato maggiormente i clienti a valle sarà in grado di difendere la propria marginalità e potrà aspettarsi una conferma dei risultati. Quella che si è conclusa la scorsa settimana a Milano è stata la migliore edizione di Made in Steel + Lamiera,  la fiera biennale dedicata alla filiera dell’acciaio e alle tecnologie per le lavorazioni dei metalli, facendo registrare più di 16’000 partecipanti, di cui il 26% provenienti dall’estero.

Vuoi anche tu vendere all’estero?
Siamo specializzati nello sviluppare le vendite delle PMI italiane all’estero

dichiaro di aver letto e compreso l’informativa https://www.seles.biz/privacy/ e fornisco il consenso al trattamento dei miei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 – GDPR e altre normative vigenti