Apertura, da parte della Regione Lazio, della seconda finestra dell’Avviso Pubblico “Voucher Internazionalizzazione 2019 – Incentivi all’acquisto di servizi di supporto all’internazionalizzazione in favore delle PMI” a valere sul POR FESR Lazio 2014-2020 Asse 3 – Competitività, nel quale sono messi a disposizione delle aziende laziali € 5.000.000,00.

Obiettivo dell’avviso è sostenere gli interventi di internazionalizzazione per favorire l’accesso sui mercati esteri delle MPMI regionali.

Beneficiari: Le Micro, Piccole e Medie Imprese, con sede operativa nella Regione Lazio. Sono inclusi i Liberi Professionisti, titolari di Partita IVA.

Spese Ammissibili: Sono agevolabili Progetti di internazionalizzazione che prevedano la realizzazione di una o più delle seguenti Tipologie d’Intervento:

  1. Partecipazione a manifestazioni fieristiche in Italia, in paesi U.E. e in paesi Extra U.E.
  2. Acquisizione di servizi per l’internazionalizzazione, Temporary Export Manager.

 Tipologia di Contributo: La sovvenzione consiste in un Contributo a Fondo Perduto in misura compresa tra il 45% e il 70% delle spese che saranno ammesse, in regime De Minimis.

Il progetto dovrà avere un importo minimo di € 5.000,00 ed un importo massimo di € 35.000,00 e dovrà essere concluso entro il 30 giugno 2021.

Il Voucher Internazionalizzazione sarà erogato dopo la rendicontazione in un’unica soluzione, a fronte delle spese effettivamente sostenute.

Modalità di presentazione della richiesta di contributo: La domanda dovrà essere presentata esclusivamente per via telematica, attraverso il portale GecoWeb, la seconda finestra prevede le seguenti date:

– Dal 04 Marzo 2020, sino alle ore 12.00 del 28 Luglio 2020: caricamento delle domande sul portale GecoWeb.

– Dalle ore 12.00 del 05 Giugno 2020 fino alle ore 18:00 del 28 Luglio 2020: invio delle domande tramite PEC.

L’istruttoria sarà effettuata a graduatoria, in base al punteggio ottenuto dall’azienda.

Vuoi anche tu vendere all’estero?
Siamo specializzati nello sviluppare le vendite delle PMI italiane all’estero